Webinar in Convenzione

Webinar “La tutela dei lavoratori all’estero: sicurezza e salute”

Dalle ore 17.00 alle ore 19.00 Relatore: Francesco Bacchini

prezzo 39,00

autore Francesco Bacchini

caratteristiche Webinar

edizione 2015 (17.00-19.00)

Webinar “La tutela dei lavoratori all’estero: sicurezza e salute”
La globalizzazione e l’allargamento dei mercati hanno incrementato l’esigenza delle imprese italiane di lavorare oltre i confini nazionali, con la conseguente necessità di operare in maniera più o meno stabile e per un tempo più o meno lungo con un certo numero di lavoratori all’estero. Ne deriva il bisogno di avere a disposizione strumenti preventivi standardizzati con obblighi di tutela dei lavoratori per i rischi negli ambienti di lavoro precedentemente non codificati. 
I contratti che regolano l’attività dei lavoratori italiani all’estero sono giuridicamente diversi in relazione alle diverse modalità temporali e organizzative previste dalla legislazione, comportando la necessità di applicare, a tutela degli stessi, in particolare della loro salute e sicurezza, diversi provvedimenti normativi nazionali, nonché direttive e regolamenti dell’Unione Europea, talvolta integrate o surrogate da convenzioni internazionali, non potendo, inoltre, dimenticare che, nei confronti di paesi extracomunitari con una sensibilità culturale diversa da quella dei paesi UE, raramente sono state stipulati convenzioni o accordi internazionali su queste tematiche. 
Programma: 
Il Regolamento CE n. 593/2008. 
I rapporti di lavoro a transnazionalità originaria: la l. n. 398/1987, il procedimento di autorizzazione al lavoro all’estero. 
I rapporti di lavoro a transnazionalità acquisita: trasferta, trasferimento, distacco. 
La tutela della salute e della sicurezza. 
La tutela assicurativa contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dei lavoratori all’estero. 
La valutazione dei rischi espositivi dei lavoratori italiani all’estero. 
La sorveglianza sanitaria dei lavoratori italiani all’estero. 
La rilevanza in Italia dei reati commessi all’estero (in particolare, le norme del codice penale sull’individuazione del luogo di commissione del reato e sulla rilevanza delle sentenze straniere)
La globalizzazione e l’allargamento dei mercati hanno incrementato l’esigenza delle imprese italiane di lavorare oltre i confini nazionali, con la conseguente necessità di operare in maniera più o meno stabile e per un tempo più o meno lungo con un certo numero di lavoratori all’estero. 
Ne deriva il bisogno di avere a disposizione strumenti preventivi standardizzati con obblighi di tutela dei lavoratori per i rischi negli ambienti di lavoro precedentemente non codificati. I contratti che regolano l’attività dei lavoratori italiani all’estero sono giuridicamente diversi in relazione alle diverse modalità temporali e organizzative previste dalla legislazione, comportando la necessità di applicare, a tutela degli stessi, in particolare della loro salute e sicurezza, diversi provvedimenti normativi nazionali, nonché direttive e regolamenti dell’Unione Europea, talvolta integrate o surrogate da convenzioni internazionali, non potendo, inoltre, dimenticare che, nei confronti di paesi extracomunitari con una sensibilità culturale diversa da quella dei paesi UE, raramente sono state stipulati convenzioni o accordi internazionali su queste tematiche. 
Programma: 
Il Regolamento CE n. 593/2008. 
I rapporti di lavoro a transnazionalità originaria: la l. n. 398/1987, il procedimento di autorizzazione al lavoro all’estero. 
I rapporti di lavoro a transnazionalità acquisita: trasferta, trasferimento, distacco. 
La tutela della salute e della sicurezza. 
La tutela assicurativa contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali dei lavoratori all’estero. 
La valutazione dei rischi espositivi dei lavoratori italiani all’estero. 
La sorveglianza sanitaria dei lavoratori italiani all’estero. 
La rilevanza in Italia dei reati commessi all’estero (in particolare, le norme del codice penale sull’individuazione del luogo di commissione del reato e sulla rilevanza delle sentenze straniere)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Scarica la nostra APP su: