Ambientesnack

Sistri. Nuovo decreto

Sancito l'obbligo per chi produce rifiuti speciali pericolosi con più di 10 dipendenti e proroga al 30 giugno per il contributo

24 aprile 2014

E’ stato firmato dal ministro dell’Ambiente il decreto ministeriale 24 aprile 2014 che prevede in via principale:

  • l’obbligo di adesione al Sistri solo per le imprese e gli enti produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi che abbiano più di 10 dipendenti. 
  • esclusione dal sistema di tracciabilità dei rifiuti tutte le imprese agricole che conferiscono i rifiuti prodotti nei circuiti organizzati di raccolta,
  • circa le modalità di gestione dei trasporti intermodali: le soste o i trasbordi di rifiuti all’interno di porti, scali ferroviari, e similari, vadano assimilati al deposito preliminare, purché non vadano oltre i 30 giorni di “parcheggio”; gli oneri sostenuti dal soggetto al quale i rifiuti sono affidati in attesa della presa in carico da parte di un'impresa navale o ferroiaria per il trasporto, sono posti a carico dei precedenti detentori e del produttore dei rifiuti, in solido tra loro; i rifiuti devono essere presi in carico per il successivo trasporto entro sei giorni dalla data d'inizio dell'attività di deposito preliminare e se alla scadenza di tale termine i rifiuti non sono presi in carico da chi effettua il trasporto il soggetto affidatario deve darne comunicazione non oltre le successive 24 ore al produttore nonche, se esistente all'intermediario, il produttore entro 24 giorni successivi alla scadenza del termine deve provvedere alla presa in carico di detti rifiuti per il successivi trasporto.
  • prorogato al 30 giugno 2014 il versamento del contributo annuale.

Una volta effettuato il pagamento, le imprese dovranno comunicare gli estremi esclusivamente tramite accesso telematico all'area "Gestione aziende" del sito web del Sistri.
Il decreto precisa che "Restano confermati i costi di sostituzione dei dispositivi previsti per l'anno 2013".

ll ministro commenta così: 

"passo in avanti per strumento meno burocratico e più ragionevole...
....Venendo incontro alle giuste richieste dei ‘piccoli produttori" oggi introduciamo una prima importante semplificazione, rendendo il sistema più ragionevole e meno burocratico ma rafforzando allo stesso tempo i principi inderogabili che sono alla base del progetto, ossia il contrasto alle ecomafie e la difesa dell’ambiente attraverso il controllo informatico dei rifiuti pericolosi.....
....Ho convocato per fine mese – fa sapere Galletti - il tavolo di monitoraggio e concertazione con le associazioni interessate per approfondire l’introduzione di ulteriori norme di semplificazione”.

 

Clicca qui per scaricare il decreto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Scarica la nostra APP su: