Trasporto su strada di merci e rifiuti pericolosi:
Pubblicato il testo dell’ADR 2015

Ambientesnack

Trasporto su strada di merci e rifiuti pericolosi:
Pubblicato il testo dell’ADR 2015

Sul sito delle Nazioni Unite è disponibile il testo integrale, in lingua inglese, dell’ADR 2015, integrato dal corrigendum 1

30 gennaio 2015

 

In mancanza di una traduzione ufficiale in lingua italiana, esso rappresenta il testo di riferimento dell’Accordo ADR, accordo europeo sul trasporto su strada di merci pericolose.
Il testo è consultabile all’indirizzo: http://www.unece.org/trans/danger/publi/adr/adr2015/15contentse.html
L’accordo ADR è stato recepito dalla Commissione Europea con la Direttiva 2014/103/UE del 21 novembre 2014 che adegua per la terza volta al progresso scientifico e tecnico gli allegati della direttiva 2008/68/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa al trasporto interno di merci pericolose, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 22.11.2014.
Gli Stati membri mettono in vigore le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla Direttiva 2014/103/UE entro il 30 giugno 2015 
Siamo in attesa dell’emanazione del decreto di recepimento italiano che renda immediatamente applicabile  l’accordo ADR 2015 su base volontaria e obbligatorio dal 1 luglio 2015.

L’accordo ADR è stato recepito dalla Commissione Europea con la Direttiva 2014/103/UE del 21 novembre 2014 che adegua per la terza volta al progresso scientifico e tecnico gli allegati della direttiva 2008/68/CE del Parlamento europeo e del Consiglio relativa al trasporto interno di merci pericolose, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 22.11.2014.

Gli Stati membri mettono in vigore le disposizioni legislative, regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla Direttiva 2014/103/UE entro il 30 giugno 2015 
Siamo in attesa dell’emanazione del decreto di recepimento italiano che renda immediatamente applicabile  l’accordo ADR 2015 su base volontaria e obbligatorio dal 1 luglio 2015.

Tra le novità, vi segnaliamo le seguenti:

  • Trasporto stradale (ADR 2015)
  • Esenzioni relative al trasporto di lampade contenenti merci pericolose
  • Modificate le istruzioni scritte al conducente
  • Assegnato un n. ONU per imballaggi vuoti non ripuliti, scartati, destinati a riciclaggio e recupero
  • Nuovi n. ONU per i gas adsorbiti
  • Nuovi criteri di assegnazione di gruppo di imballaggio alle materie solide ossidanti
  • Cambiamenti di alcuni “Proper Shipping Name”
  • Eliminazione del gruppo di imballaggio dagli articoli
  • Precisate le tipologie di estintori• Materie pericolose per l’ambiente esentate da ADR se in piccole quantità
  • Precisate le dimensioni di marcature, etichette e pannelli
  • Stabilite dimensioni minime dei caratteri per la marcatura “sovraimballaggio”
  • Sono cambiate le codifiche relative alle disposizioni per il trasporto alla rinfusa
  • Entrano in vigore nuove disposizioni speciali per le batterie a litio difettose e danneggiate, come pure quelle sui rifiuti di batterie al litio, e le relative istruzioni di imballaggio; per tutti questi casi l’Italia aveva già aderito ad accordi multilaterali che ne avevano anticipato l’applicazione. 

 

Grazie al periodo transitorio di applicabilità, potrò tornare periodicamente ad approfondire gli aspetti applicativi e pratici delle novità apportate in modo da introdurli gradualmente nei prossimi interventi in questa rubrica.

A differenza dell’ADR, i regolamenti internazionali marittimo (IMDG Code)  e aereo (IATA DGR) sul trasporto di merci pericolose entrano in vigore immediatamente, senza ulteriori atti legislativi dei singoli Stati. Il testo di questi regolamenti è coperto da copyright e non è disponibile gratuitamente sui siti web.

Ricordo che per questi ultimi i termini di applicabilità sono:

Mare

Per i trasporti marittimi, per tutto il 2015 sarà ancora in vigore l’attuale regolamento IMDG Code 36-12 ma dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015 sarà possibile utilizzare in forma volontaria il nuovo IMDG Code 37-14; questo diventerà obbligatorio dal 1 gennaio 2016 per i due anni successivi.

Aereo

Dal 1° gennaio 2015 sarà obbligatorio applicare il regolamento IATA DGR 2015; a differenza degli scorsi anni, al momento non sono previste deroghe o periodi transitori per l’applicazioni del regolamento.

_______

In mancanza di una traduzione ufficiale in lingua italiana, esso rappresenta il testo di riferimento dell’Accordo ADR, accordo europeo sul trasporto su strada di merci pericolose. Il testo è consultabile all’indirizzo: http://www.unece.org/trans/danger/publi/adr/adr2015/15contentse.html

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Scarica la nostra APP su: